Velletri, la Commissione sui rifiuti si occuperà anche del progetto della Ecoparco

Nel Consiglio comunale svoltosi questa mattina, è stata approvata una mozione presentata dai consiglieri comunali Cerini e Ladaga avente ad oggetto l’integrazione dell’ambito di intervento della Commissione speciale sui rifiuti, istituita per approfondire il progetto della Volsca Ambiente sulla realizzazione dell’impianto biogas. Ebbene, da oggi, la Commissione si occuperà anche dell’altro progetto, quello privato presentato dalla società Ecoparco Srl, sul Polo di trattamento dei rifiuti da realizzarsi in contrada Lazzaria.

Una mozione che ha scatenato scene alquanto grottesche, specie in seno a Forza Italia, con Cerini (ora passato al PDL) e Dal Borgo che più volte si sono scambiati accuse reciproche. Ma in generale è stata tutta l’opposizione ad andare letteralmente in confusione e a mostrare ancora una volta tutta la sua fragilità dovuta alle forti divisioni interne. In un primo momento, infatti, i consiglieri di Fratelli d’Italia, Di Luzio e Quaglia, hanno pubblicamente espresso la loro contrarietà al fatto che la Commissione si occupasse anche del progetto Ecoparco, in quanto a loro dire argomento già affrontato dal Consiglio Comunale e contrastato con un ordine del giorno approvato all’unanimità. Successivamente invece, dopo una breve sospensione dei lavori del Consiglio, i due consiglieri hanno espresso voto favorevole alla mozione. Ad astenersi, invece, è stato Giorgio Greci, presidente della suddetta Commissione, a suo dire preoccupato dal possibile ingolfamento dei lavori della stessa e, a quanto dichiarato, anche disponibile a riconsiderare il suo incarico in Commissione alla luce di questa novità.

Si è trattato, però, di un vero e proprio assist sfruttato con abilità dalla maggioranza, che con il capogruppo del PD Giorgio Fiocco ha sottolineato l’incoerenza dei due consiglieri di Fratelli d’Italia, anche in virtù della loro presenza ai convegni dei Comitati e ha sottolineato come, anche se il progetto della Ecoparco ha ricevuto un preavviso di diniego dalla Regione (leggi qui), non è ancora del tutto scongiurato come dimostra il fatto che “sul terreno dove dovrebbe sorgere l’impianto della Volsca non si è mosso nulla, mentre su quello interessato dal progetto Ecoparco in pochissimo tempo è stata scavata una cava di vastissime dimensioni.” Come a dire, fidarsi è bene non fidarsi è meglio. Il consigliere del PD ha poi rivendicato l’azione trasparente della maggioranza e dell’amministrazione che, a suo dire, nonostante gli attacchi ricevuti a mezzo stampa e le critiche dei Comitati “ormai politicizzati”, lavorano a fari spenti con le istituzioni preposte e senza alimentare polemiche, convinti che sia il modo migliore per fare gli interessi della Città.

Il risultato è stato che la mozione presentata dai consiglieri Cerini e Ladaga è stata approvata con i voti della maggioranza e dell’opposizione, ad eccezione di Giorgio Greci e Paolo Trenta che si sono astenuti. Successivamente la maggioranza ha presentato anche un proprio ordine del giorno, votato poi all’unanimità, con il quale impegna l’amministrazione ad accelerare i tempi di discussione della mozione presentata a novembre dal consigliere del PD Roberto Leoni e che prevede la modifica del Piano Regolatore della Città, con l’obiettivo, ribadito dallo stesso Leoni, “di percorrere tutte le strade possibili per scongiurare la realizzazione di impianti come quello della Ecoparco sul territorio veliterno”.



RedazioneWT

WalkieTalkie è un esperimento di giovani scrittori, pensato per informare ed essere informati. Puoi contattare la redazione inviando una email a redazionewt@gmail.com oppure seguirci su facebook e su twitter.

Leggi anche

Top