Home Autori Messaggi di Sofia Diana

Sofia Diana

15 POSTS 0 COMMENTI
“Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria col suo marchio speciale di speciale disperazione”, presa dal “Je est un Autre”, divisa nella psicoanalisi e nelle neuroscienze, critica, intellettualmente dissidente, amante della lettura e scrittura. Sofia di nome e di fatto.

La scuola – tempo I°

0
Settembre porta con se diverse riflessioni sulla scuola e il suo discorso. Un'analisi di "buona fortuna" per il rientro a lezione.

Attualità Basagliana

0
Basaglia è chiamato in causa proprio in questi giorni, padre di una psichiatria inclusiva, non solo farmacologizzata, lontano dalla ghettizzazione della follia come stigma.

I licei di Roma: intervista a denti stretti

0
La scuola nella sua caratterizzazione geografica come sintomo sociale e ideologia politica in una città storica e profondamente variegata come Roma.

L’eredità del figlio

0
Erede significa orphanos: mancante. La stessa parola indica, osservata con una lente economica o psicoanalitica, due concezioni opposte.

Di madre in figlio

0
Il noto psicoanalista infantile Massimo Ammaniti rilascia un'intervista per i suoi 80 anni, rivelando il rapporto con la madre.

Arabella, enigma della madre e della donna

0
L'età d'oro descrive l'incognita del figlio. “È un fatto: ogni figlio porta con sé – già nel suo respiro – un segreto inaccessibile.” M. Recalcati

Cos’hanno da dirsi il Papa e Freud?

0
Il ricorso del Papa alla psicoanalisi rappresenta di per sé un fatto simbolico, ateoretico, privo di etichette e dettami sociali.

Mi piacciono gli anomali

0
Pensatore, scrittore, musicista e compositore. Battiato lascia in un misto di tradizione e ricchezza culturale una terra che di lui porta suoni e tramonti.

DAD-papà: che significativo omonimo!

0
DAD: già l’acronimo ha acceso delle riflessioni, ma sciogliendo il nome completo subentra atteggiamento di diffida in relazione al significato didattica.

Genitorialità: attraverso due film

0
L’essere omo o etero genitori fa la differenza? Ozpetek e Torre danno una lettura contemporanea legata all’occupare il posto del genitore.

EDITORS' PICK