Home Comunicati Diffusi i dati relativi a presenze e attività dei consiglieri di Velletri

Diffusi i dati relativi a presenze e attività dei consiglieri di Velletri

197
0
Il Consiglio comunale al completo

Tempo di bilanci per il Consiglio comunale, questa volta però non si tratta di denari ma di presenze e attività svolte nell’assise più rappresentativa della Città. I dati confrontati si riferiscono ai lavori d’aula e di commissione relativi al 2013 e al 2014 che vengono analizzati complessivamente.

Il numero delle sedute complessivo è stato di 25 e le presenze dei Consiglieri sono variegate anche se complessivamente tutte sopra il 70%, con punte del 96% per Daniele Ognibene, Valter Bagaglini, Massimo Ciarla e Antonietta Dal Borgo. In coda con 17 presenze Romano Favetta e Alessandro Priori.

Tabella 1

Tuttavia il dato interessante è il numero della azioni compiute in consiglio (votazioni, presenza, appelli, ecc) che stanno ad indicare una partecipazione assidua e attenta ai lavori d’aula. In testa alla classifica ci sono Daniele Ognibene e Marcella Ferrante con 242 “azioni” pari al 96,16%, che corrispondono anche alla loro effettiva presenza in aula. Il dato interessante riguarda il fondo della lista, dove compare il consigliere Alessandro Priori, che registra un 25,68% con appena 66 “attività” che indicano una presenza incostante e poco partecipata. Sempre in coda, al penultimo posto staziona il consigliere Salvatore Ladaga con 93 “attività” pari al 36,19%.

Tendenzialmente la minoranza partecipa meno alle votazioni, talvolta in dissenso, tuttavia registrano una buona performance Giorgio Greci e Antonietta Dal Borgo con oltre il 75%. Complessivamente buona la presenza della maggioranza con una partecipazione media che sfiora l’80%.

Tabella 2

La produttività si misura con 120 deliberazioni, 47 interrogazioni e interpellanze, 3 richieste di consiglio straordinario, 24 mozioni e 12 ordini del giorno. Una mole di lavoro che attesta la buona salute del Consiglio, che svolge anche una fervente attività con le commissioni permanenti previste dallo statuto. Nello specifico, la commissione dei Capigruppo si è riunita 25 volte, la prima commissione 24, la seconda commissione 12, la terza commissione 15 e la commissione pari opportunità 11 volte.

Tabella 3

Anche se non è ancora possibile fare una comparazione per un intero anno, si registra una tendenza positiva nel 2014 con l’aumento della produttività delle commissioni permanenti.

“Questo resocontodichiara Daniele Ognibene, presidente del Consiglio comunale di Velletrisarà eseguito periodicamente per garantire trasparenza e per dimostrare ai cittadini che il Consiglio comunale svolge attività a favore della comunità. I dati dimostrano l’intensa attività svolta dai consiglieri sia in aula che nelle commissioni e deve essere anche da stimolo per affrontare, al meglio, le tante sfide che attendono la città di Velletri”.

Articolo precedenteSerie A senza sosta, ecco l’infrasettimanale con l’incognita turn over
Articolo successivoPresentata la decima edizione del “Saturno Film Festival” dedicata a Volontè
WalkieTalkie è un esperimento di giovani scrittori, pensato per informare ed essere informati. Puoi contattare la redazione inviando una email a redazionewt@gmail.com oppure seguirci su facebook e su twitter.