Home Fashion&Trends La Serenissima e la Fashion Week 2021-22 in gondola insieme

La Serenissima e la Fashion Week 2021-22 in gondola insieme

68
0
La Haute Couture per la stagione autunno-inverno 2021-22 sceglie una nuova maison che pullula di arte e creatività in ogni dove: Venezia. Nasce la Venice Fashion Week 2021.
La Serenissima e la Fashion Week 2021-22 in gondola insieme

La Haute Couture per la stagione autunno-inverno 2021-22 sceglie una nuova maison che pullula di arte e creatività in ogni dove: Venezia. Nasce la Venice Fashion Week 2021.

Venezia città che incanta

Oscar Wilde scriveva : Non c’è luogo che non contenga qualche cosa di romantico, ma Venezia ha conservato lo sfondo per il romanzo. E per chi è veramente romantico lo sfondo è tutto, o quasi tutto.”

Venezia da sempre incanta per i suoi tramonti arancioni in cui il sole pian piano scende, preparandosi a baciare il profondo Canale, per le sue calle così strette da regalare scorci improvvisi e mozzafiato, per l’arte e la storia che si respira in ogni singolo angolo della città e per i suoi romantici viaggi in gondola in cui il rumore dell’acqua riempie quello dei cuori.

Non è così difficile pensare al perché le maison della moda abbiano scelto un luogo così particolare per incorniciare le loro sfilate. Venezia è sede di una delle più grandi manifestazioni d’arte, la Biennale di Architettura che in questo nuovo anno riprende vita, dopo le vicissitudine del Covid, fino al 21 novembre. Forse anche la riapertura dell’evento ha spinto altri brand, in questo caso del campo della moda, a organizzare i propri nella Serenissima.

Valentino e Saint Laurent: due spettacoli

Il 15 luglio sarà il turno di Valentino, il quale ha annunciato di esporre la sua collezione autunno-inverno 2021-22, Valentino Des Ateliers, in un luogo di Venezia ancora segreto. «Mi sono messo alla prova nell’orchestrare una sinfonia di diverse anime, menti e input creativi. Tutte queste energie hanno portato la mia visione a Venezia. Questa città genera genuinamente e spontaneamente vibrazioni su arte, teatro, musica, architettura, cinema e tutto ciò che ha a che fare con la creatività. Ecco perché è stata una decisione naturale scegliere questa idea. Sono un designer, un creatore di moda e ho bisogno di immaginare le mie creazioni in cornici specifiche», queste le parole dello stilista della casa Pierpaolo Piccioli

Dopo le due edizioni precedenti che hanno avuto luogo a Roma, Valentino sceglie ancora una volta la sua patria, l’amata Italia, anziché Parigi.

Per Saint Laurent non si può ancora parlare di una data fissa, ma la cosa certa è la grande collaborazione tra il brand di moda e l’artista Doug Aitken, vincitore del Premio Internazionale alla Biennale di Venezia nel 1999 con la video installazione “Electric Earth”

Il direttore creativo della maison francese Anthony Vaccarello ha commissionato all’artista un’installazione che farà da cornice, da sfondo e da scenografia alla sfilata e a tutto lo show. 

Il brand ha già annunciato che «l’opera sarà l’area di allestimento della sfilata, in concomitanza con la Biennale di Architettura, e resterà accessibile al pubblico fino al 30 luglio 2021».

La Haute Couture per la stagione autunno-inverno 2021-22 sceglie una nuova maison che pullula di arte e creatività in ogni dove: Venezia. Nasce la Venice Fashion Week 2021.
La Serenissima e la Fashion Week 2021-22 in gondola insieme

L’evento è il simbolo della partenza, segna il ritorno di Saint Laurent ad un evento dal vivo. La linea che infatti la casa di moda aveva ormai fatto propria è quella del video-show digitale, attraverso il quale ha presentato anche le sue collezioni prêt-à-porter primavera estate 2021 e autunno inverno 2021/2022.

Ad ottobre 2021 avrà luogo anche la Venice Design Week: ecco ancora una volta la creatività che viene alimentata da una città così ricca di storia. 

È confortante sapere che nonostante i magnifici fashion digital film, la moda ritorni alle sue origini: quelle in cui si ciba dei luminosi riflettori che scaldano la passerella e quelle in cui il rumore degli scatti delle macchine fotografiche sembra sovrastare quello della musica.

Si ritorna a vivere, dal vivo, sul serio. Finalmente.