Home Business Il Digital Fashion Report 2021: un nuovo modo di pensare la moda...

Il Digital Fashion Report 2021: un nuovo modo di pensare la moda #secondaparte

124
0
Si torna a parlare del Digital Fashion Report 2021 creato da Lyst insieme alla Fashion Digital House The Fabricant. Questa volta si parla di Fashion Gaming.
Il Digital Fashion Report 2021: un nuovo modo di pensare la moda #secondaparte

Si torna a parlare del Digital Fashion Report 2021 creato da Lyst insieme alla Fashion Digital House The Fabricant. Questa volta approfondiremo il Fashion Gaming: la moda che utilizza il digitale per rivoluzionare completamente il proprio modus operandi all’insegna dell’innovazione.

Il Gaming: la nuova challenge per i brand di moda

Il report evidenzia come le nuove passerelle non siano più solo quelle che tutti conosciamo, ma se ne siano aggiunte delle nuove: le “stanze di gioco”. Il gaming si è ormai affermato come uno dei protagonisti degli ultimi sviluppi in tema moda e ha aperto, e continua a farlo, grandi opportunità ai tanti brand, fashion e non solo. 

Per Michaela Larosse, responsabile delle comunicazioni di The Fabricant: “Non c’è dubbio: per le maison del lusso più affermate ha senso iniziare da questo universo. L’idea delle skin – ovvero abiti e identità digitali – è ormai una norma consolidata nel mondo del gaming… e la moda digitale si adatta in modo naturale all’interno delle piattaforme e delle app per il gaming”.

Dagli studi effettuati da Lyst, la strada del gaming appare, ad oggi, la via principale per tenere alto l’engagement degli utenti e dei consumatori. Secondo il Glossario del Marketing.it con questo termine ci si riferisce a un attaccamento emotivo del consumatore nei confronti di una marca che scaturisce da specifiche esperienze da esso vissute nel corso dell’interazione con la marca medesima e con altri consumatori”.

Il perché è abbastanza semplice da comprendere: il giocatore, quindi chiunque, può creare la propria moda! Ognuno può essere lo stilista o il designer di se stesso. Gli strumenti digitali fanno viaggiare l’immaginazione dei consumatori e permettono, a chi gioca, di esplorare lati della propria identità forse ancora sconosciuti. 

Il gioco diventa molto di più

Primo fra tutti ad entrare nel mondo virtuale ed osare con la moda è stato Balenciaga, che nel dicembre 2020 lancia la propria idea di gaming: Afterworld. Ma non si ferma, perché successivamente fa uscire la propria collezione Autunno Inverno 2021 in un videogame personalizzato. La maison di moda francese ha organizzato un evento in cui ha offerto ad un gruppo selezionato di giocatori, la possibilità di essere gli unici a poter giocare, mettendo a disposizione degli headset in VR – realtà aumentata. 

Come dimenticare il famoso gioco che spopolò negli anni 2000: GTA? Il boom assoluto fu proprio in quegli anni e ultimamente, per avere una spinta per il ritorno in auge, ha effettuato una collaborazione con il brand di streetwear MISBHV. Il gioco, per la primissima volta, ha fatto indossare a tre dei suoi personaggi i capi del marchio di moda polacco.

Si torna a parlare del Digital Fashion Report 2021 creato da Lyst insieme alla Fashion Digital House The Fabricant. Questa volta si parla di Fashion Gaming.
Il Digital Fashion Report 2021: un nuovo modo di pensare la moda #secondaparte – GTA e MISBHV

L’irriverente, innovativo, eclettico brand Gucci non è nuovo a questo mondo: ricordate l’articolo in cui si parlava del videogame Roblox e della borsa iconica digitale di Gucci andata in reselling? Se non lo avete letto, prego: questo il link.

Ma non è tutto per Gucci: l’altro traguardo? Conquistare il mondo del videogioco a cui ognuno di noi (non mentire) ha giocato almeno una volta nella vita: The Sims, in cui è apparsa la prima rivisitazione della collezione “Off the Grid”.

Ovviamente, il mondo di The Sims si presta perfettamente al Fashion Gaming: personalizzare il proprio Sim nei modi più stravaganti e ricercati è quasi una delle sfide più avvincenti che il gioco mette a disposizione (oltre a costruire e arredare la casa dei tuoi sogni).

Si torna a parlare del Digital Fashion Report 2021 creato da Lyst insieme alla Fashion Digital House The Fabricant. Questa volta si parla di Fashion Gaming.
Il Digital Fashion Report 2021: un nuovo modo di pensare la moda #secondaparte – Gucci

Proprio di recente invece, è arrivata sul mercato la nuova app di gioco Mod4 in partnership con Luisaviaroma: una app game in cui ci si sfida a ritmo di moda per guadagnare box contenenti dei mini guardaroba virtuali necessari per poter completare il proprio livello e passare a quello successivo. 

I capi di abbigliamento multimarca sono quelli presenti nell’e-commerce di Luisaviaroma. Il proprio avatar quindi, può giocare indossando i vestiti dell’iconica boutique: un modo per testare l’indice di apprezzamento ad un capo o all’altro interattivo e divertente. Una vetrina niente male non credi?

Si torna a parlare del Digital Fashion Report 2021 creato da Lyst insieme alla Fashion Digital House The Fabricant. Questa volta si parla di Fashion Gaming.
Il Digital Fashion Report 2021: un nuovo modo di pensare la moda #secondaparte – App Mod4 Luisaviaroma

Lyst evidenzia come in concomitanza di ogni evento di Fashion Gaming lanciato dai brand sopra riportati le ricerche correlate, sia al marchio sia al videogioco, siano aumentate in maniera esponenziale: dal 46 al 76%.

Queste sono solo alcune delle tantissime iniziative che pian piano i brand di moda stanno lanciando per essere al passo con la tecnologia e l’innovazione continua.

L’interattività, il coinvolgimento, la possibilità di decidere personalmente cosa indossare e come indossarlo sono solo alcuni dei vantaggi più grandi che il Fashion Gaming offre al momento. A tutti piace essere artefici delle proprie azioni e poterlo fare in una piattaforma virtuale, in cui il giudizio umano è assente, potrebbe significare un mutamento incredibile.