Tag Archives: Tsipras

Per volere del popolo

Per volere del popolo

Come dopo ogni consultazione elettorale, le forze politiche si dividono sull’interpretazione dei dati, svelando le più profonde differenze tra loro e tra le idee che le contraddistinguono. Questo meccanismo, paradossalmente, è ancora più accentuato nei referendum, i quali danno un verdetto inequivocabile ma anche troppo sintetico per rappresentare tutte le forze in gioco. È così

Elezioni fotocopia in Grecia: rivince Tsipras, ma stavolta nessun entusiasmo

Otto mesi dopo le elezioni politiche che avevano infiammato la Grecia e l’Europa, accendendo entusiasmi e preoccupazioni tra i variegati eserciti avversi dei pro e degli anti austerity, gli elettori greci hanno confermato, con un’elezione fotocopia, la vittoria di Syriza e del suo leader Alexis Tsipras. Le percentuali raggiunte dai vari partiti sono pressoché identiche

La Grecia torna al voto: il “Walkiemecum” con tutto quello che c’è da sapere

Oggi, 20 settembre 2015, si terranno le elezioni politiche in Grecia per la quinta volta in cinque anni. Di seguito il nostro Walkiemecum per cercare di capirci qualcosa. Le tappe della crisi greca Quella che è ormai conosciuta come la “crisi greca” inizia alla fine del 2009, quando il neoeletto governo socialista guidato da Yorgos

Il referendum greco: croce e delizia dell’Unione Europea

Che il referendum greco di ieri potesse rappresentare uno spartiacque nella storia dell’UE è sembrata una convinzione di tanti commentatori politici, più o meno autorevoli, che si sono affrettati ad esprimere opinioni nei giorni scorsi. Onestamente dispiace che alla fine si sia trasformato il tutto in uno scontro tra i sostenitori del Si e i sostenitori

Il referendum greco e i rischi per la democrazia

Il titolo di questo pezzo potrebbe suonare paradossale, ma tranquilli, non c’è nessun paradosso da sciogliere. Troppo spesso è stato dato per scontato che l’espressione della volontà popolare sia condizione sufficiente per avere una democrazia: la gente vota, quindi siamo di fronte a un atto o a un governo democratico. Falso. Tanto per fare un

Il teatrino greco all’ultima replica

I sei mesi che hanno succeduto l’elezione di Tsipras e l’ascesa di Syriza hanno visto lo svolgimento di un vero e proprio pastiche teatrale, che riprende la ‘commedia dell’arte’ ed il ‘teatro dell’assurdo’, riproposto in salsa politica: numerose riunioni, in luoghi diversi ma con esito sempre uguale, con gli stessi interpreti (con dei piccoli cambiamenti,

Il gioco dei tre Varoufakis (o anche, dei “turisti della democrazia”)

Mentre il governo Tsipras compie due mesi dall’inizio del mandato (26 gennaio ndr.), intravedendo “spiragli di luce” nella trattativa sul debito, l’opinione pubblica europea è sempre più offuscata: l’incontro di lunedì tra la cancelliera Angela Merkel ed il Primo Ministro greco ha riavvicinato le parti ma ha sancito, agli occhi di molti, la bilateralità del

Il continente: tra il vecchio che avanza ed il nuovo che resta

Al riparo sotto il tetto dell’elezione di Tsipras, che ha riacceso i focolai marxiani, ci è più facile comprendere ed individuare i segnali di un imminente cambiamento (da compiersi già nel 2015?), almeno nella visione popolare europea (e mondiale) dell’immagine del “Capitale”. I più rilevanti segnali dal 2014, anche nei titoli ambiziosi, sono “Il Capitale