Tag Archives: Cultura

Il bastone di Virginia

Il bastone di Virginia

103, 104, canale 1, canale 5, canale sport, canale arte.. lo zapping ti massacra. Si sta col telecomando in mano passando in rassegna i vari canali cercando qualcosa che possa soddisfare che puntualmente non soddisfa mai. Due sere fa ho stanato il lato buono dello zapping: The hours, un film in cui le vite di

Momenti di trascurabile felicità

“Mi piacerebbe che nessuna porta stesse sbattendo, che nessun essere umano stesse tossendo, che nemmeno un cittadino non si sentisse un cittadino; e sempre in questo momento che qualcuno stesse dicendo: però com’è bello vivere qui. Anche tra sé e sé.” Francesco Piccolo (come è piccolo questo suo catalogo dell’allegria di vivere) mette a nudo

Gramsci nel cieco carcere degli aperitivi letterari

Il Saturno film festival 2015 ci ha regalato qualche emozione, qualche dispiacere e qualche spunto di riflessione ma sapere che a Velletri, in un contesto culturale più che anestetizzato, si parla di Gramsci è un po’ tutt’e tre; che se ne parli durante un festival del cinema è invece una difformità abbastanza evidente. E questo

Un aperitivo con l’Intellighenzia

Sono andato al Saturno Film Festival ieri per farmi raccontare Pasolini, visto che il titolo dell’evento era “Pasolini raccontato a tutti”. Il prescelto era Fulvio Abbate che ha scritto un libro su Pasolini per raccontarlo a tutti (appunto), ma (dice) non lo fa con fare assoluto, nel senso che la sua visione non è necessariamente

Al via il Saturno film festival, da vivere in prima persona

Anche quest’anno, giunto alla undicesima edizione, il Saturno film festival si conferma sul territorio veliterno dopo i successi degli anni passati, con l’appoggio delle Istituzioni e di Rai Cinema. La  novità più importante, che salta subito all’occhio, è la location: non più il Teatro Artemisio ma il Cinema Augustus; senza dimenticare il tema delle retrospettive

A proposito dello scontro di Civiltà

Ci si prova a non essere democristiani, ma di fonte al manicheismo imperante, alle certezze strillate e ai toni da guerrafondai che ci circondano in questo periodo, si è quasi costretti a passare per nostalgici della Dc. E anche questa volta, di fronte al rincoglionimento generalizzato provocato dai tragici attacchi di Parigi e la sempre

Norwegian wood

– Conosco la differenza tra le persone che sanno aprire il loro cuore, e quelle che non sanno farlo. Tu sai aprirlo. Ma solo quando dici tu, beninteso. – E se uno lo apre cosa accade? Sempre senza posare la sigaretta Reiko appoggiò le mani sul tavolo e con aria divertita disse: – Si guarisce. Amate le

I destini generali di Guido Mazzoni

“I destini generali” è composto da due capitoli. Il primo raccoglie una serie di riflessioni sulla società e sui cambiamenti che l’hanno attraversata; il secondo è un “diario d’appunti” presi a Berlino, in cui è esposta l’applicazione pratica delle riflessioni teoriche; la capitale tedesca è la città perfetta per un qualsiasi tipo di riflessione sulla

Giudizi sintetici a priori sulla Milano di Expo e della Pietà Rondanini

Toglie il fiato Milano, appena scendi dal treno: immersa nei suoi umidi 36 gradi, ordinatamente bella, a cominciare dalla centenaria Galleria delle Carrozze, forvia, del visitatore, ogni possibile aspettativa. Bastano quattro giorni per avere un buon quadro della Milano cosmopolita, quest’anno anche “expositrice culturale”. Non ha certo bisogno della Fiera per garantirsi l’ordinario afflusso turistico,

Top