Editoriali

Canada Day, i 150 anni della “nazione modello”

Canada Day, i 150 anni della “nazione modello”

Centocinquanta anni fa, esattamente il primo luglio del 1867, nasceva la Confederazione canadese. E oggi il Canada, con i suoi principi di tolleranza e di inclusione, rappresenta un esempio per tutto il mondo moderno. Non a caso, lo slogan scelto per festeggiare i 150 anni è stata la frase che il presidente Obama ha pronunciato

USA e Canada, come cambiano le relazioni al tempo di Trump

Da qualche mese vivo in Canada ed ho potuto assistere da vicino a cosa sta accadendo nelle relazioni con gli Stati Uniti dopo l’avvento dell’era Trump. Le distanze tra i due paesi, storicamente alleati, stanno diventando talmente evidenti che l’amministrazione Trudeau si sente certamente oggi più vicina alla UE che agli USA. L’opinione che i

Cos’è l’era Trump? Pericolo per il mondo?

Città del Messico – Vivendo all’estero, viaggiando e scoprendo nuovi Paesi, ciò che più amo è il dialogo ed il confronto con le persone del posto. Dialoghi che spaziano dalla società, la cultura fino inevitabilmente al calcio. In questo periodo tutti gli occhi del mondo sono rivolti verso l’elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti,

(PD) Politico Dizionario

La sconfitta al referendum del 4 dicembre è stata tutt’altro che innocua. Sicuramente, ha fatto saltare i nervi all’interno del Partito Democratico, già dilaniato da lotte interne che ora sono emerse, forse, in tutta la loro aggressività. Ne è testimonianza l’intervento di Roberto Giachetti nell’Assemblea Nazionale del PD del 18 dicembre 2016, nel quale ha espresso

Per volere del popolo

Come dopo ogni consultazione elettorale, le forze politiche si dividono sull’interpretazione dei dati, svelando le più profonde differenze tra loro e tra le idee che le contraddistinguono. Questo meccanismo, paradossalmente, è ancora più accentuato nei referendum, i quali danno un verdetto inequivocabile ma anche troppo sintetico per rappresentare tutte le forze in gioco. È così

Da Firenze, passando per Padova: la nascita di un’Italrugby più forte

C’è tanta roba nel 20–18 che l’Italia del rugby ha inflitto al Sudafrica nella sfida di Firenze del 19 novembre 2016. Innanzitutto, c’è la storia, che finalmente si tinge di azzurro dopo tanto continente nero. Diciamoci la verità: quanto è lontano quel 101–0 che gli Springboks ci inflissero nel 1999? Tanto, perché di acqua sotto

La città del Papa re: Roma

Probabilmente Bergoglio non se ne sarà accorto, oppure lo sa e ci sta lavorando su. Forse ne è consapevole ma non gli importa nulla. Fatto sta che Roma, con la fine della giunta Marino e l’inizio dell’epopea pentastellata, è entrata in una fase conservatrice, volta a renderla una città esteticamente bella, ma povera di contenuti

Pasolini e quel coraggio intellettuale della verità che ci manca

Chissà che cosa avrebbe votato lui al referendum costituzionale prossimo, ma una cosa è certa: difficilmente avrebbe rinunciato alla sua opinione, motivata e argomentata, probabilmente in controtendenza come gli capitava spesso. Purtroppo lui, Pier Paolo Pasolini, l’Intellettuale scomodo e diretto, indipendente e solo, ci ha lasciato 41 anni fa, ucciso in una delle tante notti di

La paura di professare

L’ennesimo attentato terroristico avvenuto nella mattinata di martedi 26 luglio a Saint-Etienne-du-Rouvray, in Francia, ha posto di nuovo l’attenzione sul motivo principale della guerra intrapresa dallo stato Islamico e cioè la religione. L’uccisione del parroco di una chiesa vicino Rouen, come ben sappiamo, è avvenuta durante una celebrazione religiosa interrotta proprio da due terroristi (nati

Top