Velletri, amministrazione e maggioranza contro la nuova antenna radiotelevisiva

Velletri rischia la beffa. Sembra infatti essere tornata alla ribalta la questione relativa alle antenne, ma questa volta di carattere radiotelevisivo, dopo che una società privata proprietaria dei canali Mediaset ha palesato la volontà di installare proprio sul territorio del Comune di Velletri un’antenna in località Colle Tondo, nei pressi dell’ex clinica San Raffaele.

Dopo quelle di telefonia mobile, che hanno visto l’amministrazione comunale produrre un regolamento territoriale apposito per individuare i siti idonei all’installazione e, così facendo, tentare di contrastare per quanto possibile la proliferazione incontrollata di questi impianti che la legge Gasparri sulle telecomunicazioni invece consente, ritenendole “infrastrutture strategiche” e “opere di interesse nazionale, realizzabili in ogni parte del territorio comunale, anche in deroga agli strumenti urbanistici e ad ogni altra disposizione di legge o di regolamento”, la questione è di nuovo all’ordine del giorno.

In attesa di conoscere gli sviluppi ulteriori della nuova vicenda, Mediaset ha già avviato le procedure previste per ottenere le autorizzazioni necessarie all’installazione dell’antenna citata e, per contro, l’amministrazione comunale ha già fatto sapere di essere determinata a contrastare in ogni modo possibile tale operazione. A tal proposito, è stata già inoltrata formale richiesta di parere alla competente Direzione della Regione Lazio, insistendo sul fatto che l’installazione di un’antenna in località Colle Tondo non è prevista nel piano territoriale di coordinamento per la localizzazione degli impianti di emittenza e che la località individuata, inoltre, risulta essere destinata a zona E – agricolo, oltre che sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico.

Obiezioni, queste, che i consiglieri comunali di maggioranza hanno fatto proprie, tanto che stamattina gli stessi hanno firmato e protocollato una richiesta di convocazione urgente di un consiglio comunale straordinario a sostegno delle azioni di contrasto messe in atto dall’amministrazione Servadio.



Giorgio Zaccagnini

Ventottenne appassionato, giornalista solo per hobby. Almeno per ora. Prima di fondare WalkieTalkie ho scritto due tesi di laurea, la seconda più bella della prima. In cambio ho ricevuto il titolo di dottore in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni. Fortemente condizionato dalla convinzione che la sostanza sia più importante della forma, pratico tutte le mie passioni. Attivista politico e tifoso laziale, parteggio. Sempre.

Leggi anche

Top