Kahbum! Che serie!

Qualche volta sarà capitato anche a voi, musicisti e non, di pensare mentre ascoltavate un pezzo della vostra band preferita  “chissà come gli è venuto in mente questo…quanto tempo ci hanno lavorato sopra…i ripensamenti…”.

La stessa domanda se la sono fatta anche gli autori Kahbum, la nuova web serie sbarcata su youtube qualche giorno fa. L’idea è geniale e anche molto semplice: prendere due cantanti/cantautori di giovani band, dare loro una frase e 90 minuti per scriverci una canzone sopra.

Il risultato sono una serie di bloopers e pezzi di backstage conditi alla fine dall’esibizione live del pezzo appena scritto.

“E’ un progetto che nasce per mettere in relazione musicisti e produrre contenuti originali – si legge sulla loro pagina facebook – Non è un talent, non è una gara, non ci sono vincitori né giudici, è un luogo d’incontro dove si parla, si scrive e si suona liberamente”. 

Un po’ come tornare a scuola, trovarsi davanti la traccia del tema e avere un’ora e mezza per scrivere due colonne e mezzo. Insieme al vostro compagno di banco.

Nella puntata 1 il compito di italiano è toccato a due bei nomi della scena musicale romana: Daniele Autore (Vanilla Sky) e Francesco Megha (Autoreverse).

Traccia

 “Se mi fai uno squillo e ed io ti richiamo non puoi non rispondere”

Torniamo negli anni ’90 per qualche minuto, sotto casa di nostra nonna, perchè in fondo “se la musica fosse un paesino di provincia, Kahbum sarebbe il bar”.



Matteo Cioeta

Ho studiato musica fin da quando avevo sei anni e ho deciso di raccontare la mia piccola esperienza dentro "autoreverse". Io che un autoreverse non l'ho mai visto.

Leggi anche

Top