Velletri, cercasi soci per la Fondazione che gestirà gli spazi culturali della Città

Velletri – Prosegue l’iter previsto per la costituzione della Fondazione che gestirà alcuni spazi culturali della città di Velletri. Dopo il via libera del Consiglio comunale arrivato lo scorso 23 marzo, il Comune di Velletri ha ora indetto un avviso pubblico per raccogliere le manifestazioni di interesse volte ad acquisire la qualifica di “Fondatore Promotore” della suddetta Fondazione, denominata “Arte e Cultura Città di Velletri”.

Lo Statuto della Fondazione e l’avviso pubblico

Così facendo, il Comune di Velletri da attuazione a quanto previsto dall’articolo 7 dello Statuto della Fondazione, il quale stabilisce che ad essere “Fondatori Promotori” della suddetta siano il Comune e i soggetti individuati per l’appunto con apposito avviso pubblico, che sono chiamati a contribuire alla dotazione del patrimonio iniziale con una somma di 35.000 euro ciascuno. In più, per mantenere la qualifica di “Fondatore Promotore” è indispensabile il versamento della contribuzione annuale alla Fondazione, pari a 10.000 euro, a partire dall’anno successivo alla costituzione e per almeno cinque anni. A fronte di ciò, i “Fondatori Promotori” costituiscono il Consiglio di Amministrazione, al quale è riservata la deliberazione degli atti essenziali alla vita della Fondazione ed al raggiungimento del suo scopo istituzionale attraverso l’amministrazione e la gestione della stessa.

Per manifestare il proprio interesse in tal senso, è necessario compilare l’apposito modello scaricabile dal sito del Comune (Sezione Amministrazione trasparente – Bandi di gara e Contratti – Avvisi Pubblici) e trasmetterlo entro il 29 aprile 2016 all’indirizzo: Comune di Velletri, Ufficio Cultura, Piazza Cesare Ottaviano Augusto – Velletri oppure tramite pec all’indirizzo: affari.generali@pec.comune.velletri.rm.it

I compiti affidati alla Fondazione

Nello specifico, la Fondazione non ha finalità di lucro ed ha lo scopo di valorizzare, promuovere, gestire e finanziare attività ed iniziative culturali oltre ad attività collaterali, atte a favorire la crescita culturale. In più, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici o privati, la Fondazione è chiamata a promuovere specifiche iniziative rivolte alla formazione e qualificazione professionale per le attività di propria competenza.

Alla Fondazione sono demandate la gestione artistico-culturale del Teatro Artemisio “Gian Maria Volonté” con la relativa stagione teatrale e quella di parte della Casa delle Culture e della Musica, con l’esclusione della Biblioteca Comunale e dei locali ad essa connessi ospitati nell’ex Convento del Carmine.



Giorgio Zaccagnini

Ventottenne appassionato, giornalista solo per hobby. Almeno per ora. Prima di fondare WalkieTalkie ho scritto due tesi di laurea, la seconda più bella della prima. In cambio ho ricevuto il titolo di dottore in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni. Fortemente condizionato dalla convinzione che la sostanza sia più importante della forma, pratico tutte le mie passioni. Attivista politico e tifoso laziale, parteggio. Sempre.

Leggi anche

Top