Isis chi?

“La Turchia inizia a bombardare l’Isis”, ma più che altro bombarda i curdi. “Assad bombarda l’Isis”, ma più che altro bombarda i ribelli (e compra il petrolio dell’Isis). “La Russia inizia a bombardare l’Isis”, ma più che altro bombarda i ribelli anti-Assad. “Gli USA iniziano a bombardare l’Isis”, ma più che altro vorrebbero bombardare Assad. “I curdi combattono contro l’Isis”, ma più che altro combattono contro tutti. “L’Iran attacca l’Isis”, ma più che altro vorrebbe bombardare i paesi del Golfo. “I paesi del Golfo bombardano l’Isis”, ma più che altro lottano in Yemen e altrove contro gli sciiti e altri gruppi filo-iraniani. E pagano un po’ tutti. “L’Italia invia i propri Tornado”, ma più che altro invierà aerei da supporto, non da combattimento, il Governo potrebbe decidere di inviarli comunque, ma il Ministro degli Esteri si è rifiutato, mentre la Camera vota e va avanti l’offensiva diplomatica in Libia, con il governo di Tobruk che ci percula, mentre…. va be’ capito no? Ecco, questo è il quadro.

Ora raccontatemi un po’ quella storia della “Guerra all’Isis“…



Giuseppe Carteny

Laureato in Scienze di Governo, chitarrista liberale e aspirante politologo rock. O quantomeno blues. Militante di me stesso, per due anni attivista di Fare per Fermare il Declino. Ex membro della Direzione Regionale del Lazio ed ex membro della Direzione Nazionale del partito. Fondatore del sito collettivo Immoderati.it, collaboro con Geopolitica.info e TheFielder.net.

Leggi anche

Top