Gran finale per il Saturno con le premiazioni e l’ospite d’onore Abel Ferrara

Il “Saturno Film Festival” rende omaggio al regista statunitense consegnandogli il Saturno d’oro e premiando il suo “Pasolini” come miglior film di questa decima edizione.

Sabato 13 dicembre, dopo una giornata ricca di proiezioni (il Saturno scuola la mattina con “Porte Aperte” e la retrospettiva su Gian Maria Volonté con “Il caso Moro”), si sono svolte le tanto attese premiazioni, che hanno visto sul palco del Teatro Artemisio Gian Maria Volonté tanti volti del cinema, della cultura e della politica ad onorare la guest star, il vero fiore all’occhiello della serata, il regista statunitense Abel Ferrara e il suo film su “Pasolini”, che è stato presentato venerdì 12 dicembre. Ad aprire la serata un momento di teatro con l’attrice Caterina Bertoni che ha interpretato un brano tratto dal film “C’era una volta in America”. A presentare la cerimonia, la conduttrice radiofonica di Radio Delta Velletri Stereo, Fabiola Sambucci che, dopo i ringraziamenti di rito, ha sottolineato l’importanza per la città di Velletri di ospitare un Festival così prestigioso, dedicato quest’anno al regista Gian Maria Volonté.

Ad aprire le danze, le premiazioni del Saturno scuola, sezione prediletta dalla produttrice, nonché vicepresidente del “Saturno Film Festival” Mariella Li Sacchi, che è salita sul palco per consegnare allo studente più meritevole la medaglia d’oro donata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il miglior componimento che ha ricevuto questo grande riconoscimento, è stato quello di Federico Toscano dell’istituto tecnico “Vallauri”. “Uno dei nostri obiettivi in qualità di organizzatori del Festival – ha ribadito Mariella – è quello di formare una nuova generazione di persone appassionate al cinema d’autore”. Oltre alla medaglia donata alla scuola dello studente vincitore, il Saturno ha consegnato dei cofanetti di riconoscimento targati Rai Cinema a tutte le scuole che hanno partecipato al Festival.

Federico Toscano riceve il premio come miglior compimento per il Saturno Scuola

Federico Toscano riceve il premio come miglior compimento per il Saturno Scuola

Ancora un premio di grande prestigio sociale quello per l’impegno civile, assegnato al regista Francesco del Grosso per il documentario “Fuoco amico” storia di Davide Cervia. A ritirare il premio la famiglia di Davide che non ha mai smesso di sperare e di lottare per scoprire la verità. Dopo la premiazione è stato proiettato il trailer del documentario presentato per la prima volta a Velletri, la città natale di Davide Cervia. “Una vittoria simbolica questa che arriva proprio nella città in cui tutto è nato – come ha sottolineato lo stesso regista Francesco Del Grosso – Questa non è una storia solo di Velletri, ma da qui tutto parte, per poi espandersi a macchia d’olio nel mondo intero”.

La famiglia Cervia ritira il premio per il documentario “Fuoco amico” insieme al regista Francesco Del Grosso e alla produttrice Giulia Piccione

La famiglia Cervia ritira il premio per il documentario “Fuoco amico” insieme al regista Francesco Del Grosso e alla produttrice Giulia Piccione

Dall’interesse sociale si è passati a quello più artistico e culturale con la sezione dei cortometraggi. Ad aggiudicarsi il premio come miglior corto di questa decima edizione è “A questo punto” il corto diretto da Antonio Losito e interpretato da Pietro De Silva. A consegnare il premio Ottavia Lavino titolare dell’agenzia Blink, nonché responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa del “Saturno Film Festival”. “Volevo ringraziare tutti quelli che hanno votato il mio corto – ha detto il regista – perché premiare una commedia è sempre coraggioso, ma questa storia non è solo divertente, ha anche dei risvolti seri di riflessione sull’amicizia”.

Dopo il corto è stato il momento del premio alla migliore interprete. Senza nessuna esitazione il pubblico ha premiato l’attrice Claudia Crisafio, protagonista del corto “Io sono qui” diretto da Liliana Eritrei: “Sono molto soddisfatta di aver ritirato questo premio per conto di Claudia – ha detto la regista-. Fare un corto su un tema così drammatico non è certo facile, ma questo è un Festival di impegno sociale e quindi è il luogo più adatto per accogliere un’opera simile”. La serata è giunta poi al suo momento di climax con il premio al miglior attore che il Saturno ha deciso di affidare a Ninetto Davoli per la sua interpretazione nel film “Pasolini” di Abel Ferrara. Un ruolo molto importante quello di Ninetto, che all’età di 16 anni ha avuto la fortuna di conoscere e frequentare Pasolini. Sul palco a ritirare il premio Lucy De Crescenzo, produttrice del film. “Sono davvero felice di ritirare questo premio per Ninetto che purtroppo non è con noi stasera per problemi familiari, ma è veramente contento di ricevere questo premio”.

Dal miglior attore, la serata è proseguita con il miglior film che non poteva che essere “Pasolini” di Abel Ferrara. Ripercorrendo le ultime trentasei ore di vita del maestro, nel film, che vuole scandalizzare proprio alla maniera di Pasolini, la grandezza del personaggio diventa un unicum con la trasposizione cinematografica. A consegnare il premio, ritirato sempre da Lucy De Crescenzo, l’assessore Luca Masi che ha sottolineato il forte valore sociale del film: “proprio in un momento come questo, dove si stanno riaprendo tante questioni rimaste irrisolte, basti pensare al caso Cervia e allo stesso omicidio di Pasolini, premiare un film come quello di Abel Ferrara è senza dubbio di fondamentale importanza per risvegliare le coscienze e fare luce su fatti di cronaca rimasti irrisolti”. A concludere la serata il momento tanto atteso: il regista Abel Ferrara, la vera star di questo Saturno è salita sul palco per ricevere il premio più prestigioso del Festival: il “Saturno d’oro”, consegnatogli da Mariella Li Sacchi insieme all’assessore al bilancio del comune di Velletri Marilena Ciarcia, che ha dichiarato l’importanza di questo momento: “è una grande emozione per me e per tutti i presenti ospitare nella propria città un personaggio di fama internazionale come il maestro Abel Ferrara”. Con queste parole l’assessore ha ribadito il suo ringraziamento nei confronti del “Saturno Film Festival” che, nonostante le numerose difficoltà, ha portato a Velletri una ventata di cultura e di prestigio non indifferenti.

Conclusasi con i ringraziamenti di rito alle istituzioni, agli ospiti e a tutti gli sponsor, il “Saturno Film Festival” ha salutato il pubblico che l’ha seguito con passione durante questa settimana di proiezioni, incontri, dibattiti, retrospettive e tanto altro, dando appuntamento alla prossima edizione del 2015, sempre all’insegna del grande cinema e della cultura.

Ufficio “Stampa Saturno Film Festival”



RedazioneWT

WalkieTalkie è un esperimento di giovani scrittori, pensato per informare ed essere informati. Puoi contattare la redazione inviando una email a redazionewt@gmail.com oppure seguirci su facebook e su twitter.

Leggi anche