Centro storico, rifiuti, dissesto: il sindaco Servadio interviene nel dibattito politico

Sabato 29 novembre, nella centralissima piazza Cairoli, oltre a presentare il nuovo servizio “Bike Sharing”, il sindaco Fausto Servadio ha affrontato anche altri argomenti attualmente al centro dell’azione amministrativa e del dibattito politico. D’altronde, l’occasione era ghiotta e il sindaco non ci ha pensato due volte.

In funzione proprio del nuovo servizio “Bike Sharing”, che al contrario di quanto avviene in altre città a Velletri sarà attivo 7 giorni su 7, Servadio ha sottolineato la riqualificazione del centro storico e, in particolare, di tutto il Corso che, al termine dei lavori che interessano l’ultimo tratto, sarà completamente valorizzato e verrà chiuso al traffico veicolare. “Una sfida vinta nonostante lo scetticismo di chi già ipotizzava commercianti di serie A e commercianti di serie B, alludendo al fatto che i lavori non avrebbero riguardato tutto il perimetro del Corso”. Sempre il centro storico ospiterà le iniziative di “Natale riciclando”, che saranno presentate l’8 dicembre alla Villa Ginnetti: “visto il programma ricco e condiviso, spero nella partecipazione dei cittadini” è stato l’augurio del sindaco.

Più in generale, in riferimento alle iniziative riguardanti Velletri, Servadio ha anche annunciato che presto verranno posizionati dei monitor all’ingresso della Città, previsti nel progetto “Smart City”, che avranno proprio lo scopo di informare circa le attività e gli eventi in programma, così da trasmetterli in maniera capillare.

Servadio si è poi soffermato sulla questione rifiuti. “Sento parlare di discariche a Velletri. Sono tutte falsità!” – ha esordito il sindaco – “Tuttavia, noi produciamo rifiuti e dobbiamo preoccuparci di trattarli, per questo realizzeremo un impianto di trattamento dei rifiuti che non dovrà essere dannoso per l’agricoltura. La precedente amministrazione aveva previsto su quello stesso terreno la costruzione di un impianto TMB, mentre la nostra idea, attualmente in campo, è quella di un impianto anaerobico, ma siamo comunque disposti a considerare tutti i suggerimenti, se supportati da dati scientifici. A dispetto delle malelingue, che fanno cattiva informazione, siamo sempre stati disponibili al confronto, nella convinzione che l’impianto serva esclusivamente alla comunità, per questo è utile. Chi parla di soldi in tasca a qualcuno si riferisce a quello che accadeva ieri!” Rivolgendosi ai presenti, poi, il sindaco ha lanciato un appello ai cittadini affinché conferiscano nei cassonetti solo i rifiuti urbani, portando il resto all’isola ecologica, l’unico modo per determinare un reale abbassamento della tariffa.

Infine, il sindaco ha rivendicato altri due risultati importanti, il primo facendo riferimento all’Ospedale di Velletri, che è tornato ad essere DEA di 1° livello dopo il declassamento voluto dalla giunta Polverini e il secondo in merito al bilancio comunale, annunciando la fine della procedura di dissesto finanziario. “In questi anni abbiamo chiuso tutti i bilanci in attivo e, sempre a proposito di quello che accadeva ieri, dal 2015 Velletri sarà un’altra città” ha dichiarato, smentendo anche le voci che lo darebbero vicino alle dimissioni: “voglio rassicurarvi che sono in buona salute e più determinato di prima, sarò presente fino al termine della consiliatura per attuare il programma sulla base del quale vi ho chiesto la fiducia”.



Giorgio Zaccagnini

Ventottenne appassionato, giornalista solo per hobby. Almeno per ora. Prima di fondare WalkieTalkie ho scritto due tesi di laurea, la seconda più bella della prima. In cambio ho ricevuto il titolo di dottore in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni. Fortemente condizionato dalla convinzione che la sostanza sia più importante della forma, pratico tutte le mie passioni. Attivista politico e tifoso laziale, parteggio. Sempre.

Leggi anche

Top