Il grande Judo a Velletri con il campione Girolamo Giovinazzo

L’occasione che i Maestri Marco Evangelisti e Gianluca Serangeli hanno regalato alla città di Velletri è stata di quelle irripetibili, a cui gli amanti del Judo non hanno potuto rinunciare. Infatti, domenica 2 novembre, è salito sul tatami (il tradizionale materassino su cui si allenano gli atleti del Judo) del Fujiyama Velletri, uno dei campioni più grandi della storia italiana del Judo: Girolamo Giovinazzo.

Per dare un’idea, a voi miei venticinque lettori, di chi sia Girolamo Giovinazzo, basta ricordare due tra i più grandi risultati raggiunti da questo immenso atleta: l’argento nella categoria 60 kg alla XXVI Olimpiade ad Atlanta ed il bronzo nella categoria 66 kg alla XXVII Olimpiade a Sydney.

Accorsi all’allenamento con il Campione, oltre gli atleti del Fujiyama e la società di cui è titolare Giovinazzo, sono state le società di Frascati, Anzio e lo Joseki. Quasi una sessantina di Judoka hanno dato vita ad una giornata in cui il Judo ha lasciato spazio solo alla pausa pranzo. Il programma ha visto svolgere nella mattina dei combattimenti arbitrati, finalizzati alla propedeutica del nuovo regolamento gara, mentre nel pomeriggio si sono svolti dei combattimenti liberi che hanno dato la possibilità agli atleti delle varie società, sia di mettere alla prova il proprio Judo, sia di stringere nuove amicizie.

Quindi domenica si è vissuta una grande giornata di sport, a cui i Maestri Evangelisti e Serangeli (entrambi ex campioni italiani di Judo ed ex nazionali) daranno seguito incontrando la judoka olimpica Edwige Gwend, nell’ambito del laboratorio Happy Meal Sport Camp, dove la campionessa olimpica incontrerà i bambini (si terrà al McDonald’s di Velletri il 10 Novembre dalle ore 17.00 alle 18.30).

I Maestri vi aspettano per fare una prova di Judo presso la palestra della scuola elementare Marcelli in viale oberdan n°22.

Jacopo Giammatteo

Ventisette anni fa il primo vagito, subito dopo i primi passi e poi un susseguirsi di eventi incredibili che hanno reso la mia vita fantastica. Romanista sin dalla tenera età, durante il tragitto della vita ho preso il diploma di liceo classico, la laurea in giurisprudenza e il 1° dan di Judo. Nonostante le tante strade possibili, sto cercando di seguire la mia passione per il diritto costituzionale, senza abbandonare l'amore per lo sport, il teatro, la politica e la parrocchia. Sono cresciuto nell'Azione Cattolica e ancora oggi collaboro con la Pastorale Giovanile. Ci sarebbero altre cose da scrivere ma sono dettagli. Vi lascio con la frase con cui ho aperto la mia tesi di laurea: “La base della nostra rivoluzione sarà questa: l’atto ingiusto in nessun caso, dico nessuno, è retto; né la reazione ingiusta, né il vendicarsi, con cattiveria, d’un brutto colpo ricevuto”. A presto e buona lettura!