Walkie Talkie, un esperimento di scrittura

Cinque, quattro, tre, due, uno, on-line!

Due mesi fa, quando abbiamo iniziato a mettere in pratica l’idea di un giornale on-line fatto da giovani e per i giovani, ne parlavamo ancora come se fosse un gioco. Poi a piccoli passi, con spensieratezza, abbiamo cominciato a contattare ragazzi e ragazze, a discutere delle sezioni del sito, quali notizie seguire e come seguirle, finché con il countdown e la scritta “stiamo arrivando” posizionati sul sito, ci siamo auto annunciati che presto la nostra idea si sarebbe concretizzata. Adesso, a poche ore dalla messa on-line, con i primi articoli caricati direttamente da coloro che abbiamo già coinvolto in questa avventura, possiamo dirci soddisfatti e convinti che Walkie Talkie News sarà qualcosa di diverso. A cominciare dal nome.

Perché Walkie Talkie? Anche se nella nostra redazione la maggioranza dei collaboratori sono giovanissimi, c’è un gruppo di “anziani” che appartiene a quella generazione nata nel corso degli anni ’80, che ha avuto l’opportunità di essere la prima a crescere navigando su internet, ma anche l’ultima ad essersi emozionata con quello strumento straordinario che è il walkie talkie. E dunque, sebbene questo progetto editoriale sia completamente immerso nella tecnologia contemporanea (a proposito, se non l’avete ancora fatto scaricate la nostra App per rimanere sempre aggiornati) siamo convinti della necessità di non trascurare la qualità dei rapporti sociali che la tecnologia tende ad affievolire. Da qui Walkie Talkie, per rimarcare già col nome il nostro sforzo nel contrastare questo andamento.

Ecco allora che WTNews sarà, innanzitutto, un laboratorio di scrittura. Abbiamo centinaia di potenziali collaboratori che proveremo a scovare e a coinvolgere nella nostra redazione e nella vita cittadina. WTNews sarà un aggregatore di idee e un puntiglioso stimolatore di discussioni, senza amici né nemici a priori, ma solo potenziali compagni di viaggio e potenziali attori con cui confrontarsi. Colleghi, politici e politicanti si guardino bene dall’etichettarci, dietro WTNews c’è solo WTNews. Dietro ogni articolo che ospiterà il nostro giornale troverete solo un giovane (o qualche meno giovane) pronto a raccontare qualcosa, con le sue idee, le sue esperienze e la sua voglia di condividerle.

Non vi elenco, né mi avventuro nella descrizione dei temi che la nostra redazione andrà a trattare, anche perché Walkie Talkie è dinamico e sempre pronto a mutare. Potete dare un’occhiata alla prima carrellata di articoli, farvi un’idea e scegliere se continuare a seguirci e, perché no, unirvi a noi in questo nostro, intrigante, esperimento.

Per il momento, passo e chiudo.



Christian Cibba

Ventisette anni, eterna voglia di conoscere, il mondo, le cose, le persone. Entrato nel giornalismo a 17 anni, a Velletri, per passione. Prima a Velletri Oggi, poi direttore di Milleluci. Nel frattempo, tra un viaggio e l'altro, ho preso la laurea triennale e quella specialistica in Cooperazione Internazionale e Sviluppo. Cittadino del mondo ma con un legame speciale con l'Italia, con Roma, con Velletri.

Leggi anche

Top